Vincenzo: barbiere storico a via del Babuino

Vincenzo Via del Babuino

Una delle ultime botteghe artigiane del centro di Roma: l’arte della rasatura nelle mani esperte di Antonio Burdino un barbitonsore che dà del tu al rasoio

Vincenzo Via del Babuino

In questo periodo dell’anno Roma regala sovente delle meravigliose giornate di sole. Proprio in uno di questi pomeriggi baciati dai raggi dell’astro diurno, accarezzati da una fresca brezza primaverile e dopo una gradevole passeggiata in compagnia dei sodali baffuti Gughi e Nic, tra resti di monumenti antichi e palazzi nobiliari, abbiamo approfittato per fare una piccola incursione da Vincenzo, uno degli ultimi barbieri tradizionali del centro storico della capitale.
Al 12 di Via del Babuino – strada un tempo dimora d’artisti e della migliore intellighenzia europea ma al contempo dall’anima popolare come dimostra la targa in memoria del poeta romanesco Carlo Alberto Salustri in arte Trilussa posta sulla sua casa natale al 114 – a due passi dallo scorcio scenico di Piazza del Popolo e del Pincio, si riconosce il classico palo illuminato a strisce bianche rosse e blu, e la scritta Vincenzo introduce un ingresso vetrato.
Come ci spiega Antonio Burdino, il risoluto ma cortese barbiere che si prende cura di noi accogliendoci nel suo elegantissimo locale, il nome all’esterno ricorda il primo proprietario, Vincenzo Di Sora, barbiere con cui poi lo stesso Antonio iniziò a lavorare e dal quale ne ereditò l’attività.
Giunto a Roma nel 1954, il giovane Antonio iniziò a prestare servizio qui nel 1956 avendo affinato l’antica arte della rasatura dall’età di otto anni nella bottega di un barbitonsore della provincia di Catanzaro.
Vincenzo Via del BabuinoDa quando le redini del posto passarono nelle sue mani il locale non ha subito cambiamenti: “Prima qui c’era l’androne di un palazzo, ma poi da quando si è convertito in barbieria così è rimasto nel tempo, nulla è cambiato“. Nell’atto di passare agilmente la crema sui nostri ispidi peli, lo stesso Antonio ci regala un colorito scorcio sulla storia della sua bottega che ha visto passare gente comune, tanti stranieri ma anche personaggi dello spettacolo e dell’élite politica italiana: “Qui sono passati tutti, sa che vuol dire tutti? Registi cinematografici, attori, cantanti, Presidenti della Repubblica stranieri e italiani, vede lì c’è Fellini mentre gli faccio la barba“.
Mentre con la prima passata dello shavette Tondeo, Antonio ci dimostra, con mano delicatissima, sessantun anni di attività e una vita con forbici e rasoio in mano, continua la lista delle celebrità che frequentano o hanno frequentato il posto: “Ogni tanto passa Pupi Avati mentre Fellini, che abitava a via Margutta, veniva tutti i giorni a farsi la barba. Sergio Leone, Gigi Magni, Mario Monicelli, Michelangelo Antonioni, Gassmann, Bertolucci, Enrico Montesano, Marcello Mastroianni, attori italiani e stranieri, giocatori di calcio, presidenti, chi non è venuto? Non ci siamo fatti mancare niente“.
E’ il momento di dedicarsi alla seconda passata e intanto alla richiesta di quale tra queste celebrità fosse la più simpatica, con malcelata ironia lo stesso Antonio ci risponde: “Nessuno! Tutti simpatici…” nascondendo sotto i canuti baffi un furbesco sorriso, al quale poteva essere aggiunto come sottotitolo un noto motto della rivolta studentesca degli anni ’60 figlio di uno slogan popolare nelle file dell’anarchia francese dell’ottocento: “Una risata vi seppellirà“.
Vincenzo Via del BabuinoMentre la lama falcia gli ultimi peli recalcitranti, rimpiangendo il fatto di non aver potuto saggiare la sua arte con il rasoio a mano libera tradizionale (proposta avanzata troppo tardi, quando lo shavette aveva già iniziato la sua implacabile corsa), Antonio, dopo averci mostrato l’attestato da cavaliere del lavoro, ci fornisce una visione abbastanza pessimistica sul futuro della barbieria: “Questi nuovi barbieri sono tutti unisex, fanno uomo e donna ma alla fine non fanno né uno né l’altro. Imparano il mestiere con pochi mesi… E che cosa vuoi imparare in così poco tempo? Questi la barba non te la sanno fare perché non l’hanno mai fatta. Io ho iniziato a 14 anni, la mattina andavo a scuola e il pomeriggio andavo a bottega, quando il principale lavorava mi diceva: ‘mettiti qua, guarda come faccio io’, capisce? E invece adesso vogliono diventare barbieri, vanno a scuola quattro mesi, pagano, gli danno un pezzo di carta in mano e poi gli dicono che sono professionisti. Li vedi che non conoscono il mestiere, tagliano tutti con la macchinetta, la forbice non la sanno usare, ormai non esistono più i barbieri“.

Il dopobarba lascia una ventata di freschezza sul viso mentre il baffo, pareggiato e rifinito rigorosamente a forbice, viene arricciato con un po’ di lacca (forse l’unica nota stonata di questa encomiabile prova di rasatura). Prima di andar via Antonio si congeda con un po’ di malinconia dando la sua visione sul futuro dell’artigianato: “Quando ero giovane c’erano molti artigiani. Quello che non studiava andava a imparare il mestiere. Adesso sono tutti studenti, tutti universitari e poi sono tutte teste di rapa. Prima si insegnavano i mestieri. L’artigiano, intendo gli artigiani veri, ormai sono scomparsi. Non solo nel nostro mestiere, falegnami, fabbri, calzolai… anche per colpa degli affitti che sono molto cari, secondariamente li hanno rovinati i sindacati, perché non permettono che un ragazzino possa venire qui a imparare il mestiere. Io non lo posso tenere perché dovrei dargli tutti i diritti, poi magari si stufa, mi dice che ha lavorato troppo e mi va a fare vertenza dal sindacato. Così l’artigianato scompare, i vecchi quando finiscono si portano nella tomba il loro lavoro senza trasmetterlo a nessuno“.

Dove
Roma, Via del Babuino 12
Vincenzo Via del BabuinoContatti
Tel: 06 3610493 (non si accettano prenotazioni)

Orari
Mar-Sab:8.00-13.00/15.00 19.30 (chiuso domenica e lunedì)

Servizio
4 baffi su 5 (tutta l’arte della rasatura nelle mani di Antonio, autentico barbiere d’altri tempi. Da rivedere l’acconciatura del baffo)

Prezzo
4 baffi su 5 (leggermente al di sotto del previsto, servizio di primo livello ad un prezzo abbordabilissimo)

Potrebbero interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *